Invecchiamento: forse è reversibile, la scoperta degli scienziati

La genetica potrebbe far regredire il processo di invecchiamento. La scoperta realizzata sui topi di laboratorio.

Una nuova scoperta della terapia genica potrebbe avere l’effetto di una vera e propria rivoluzione scientifica. Si tratta dell’invecchiamento, un tema spesso oggetto di ricerca. Un esperimento realizzato sui topi di laboratorio, ha permesso di scoprire come i roditori, sottoposti ad un determinato trattamento, possano regredire dall’invecchiamento. La ricerca si è concentrata sul fatto che il processo sia dettato essenzialmente dalla genetica. Una sorta di orologio interno che, nei topi, è stato in un certo senso riprogrammato. Il risultato è stata una regressione della degenerazione cellulare, in poche settimane. In pratica i topi, dopo il trattamento riscontravano un significativo miglioramento della salute cardiovascolare e della colonna vertebrale: il tutto si è tradotto in un aumento dell’aspettativa di vita del 30%.

invecchiamento

Invecchiamento: forse è reversibile, la scoperta degli scienziati

Il ricercatore Juan Carlos Izpisua Belmonte, della Salk Institute di La Jolla, è riuscito a riportare le cellule adulte di varie parti del corpo, compresa la pelle, allo stadio di cellule staminali pluripotenti, del tutto simili a quelle degli embrioni. In pratica cellule “datate” si sono trasformate in cellule giovani attraverso la genetica. Insomma dopo quindici giorni dall’inizio del trattamento, i topi avevano una pelle più elastica ed un tono muscolare migliore. Il trattamento, per ora, non può essere utilizzato sugli uomini.

Fonte: http://www.focus.it/scienza/salute/linvecchiamento-potrebbe-essere-reversibile

Lascia un commento


*

\ \ \ "; jQuery(document).ready(function($) { $('head').append(si_captcha_styles); }); //]]>