Maltempo Italia, rischio forti temporali e nubifragi

Dalla sera forte peggioramento su gran parte del Centro Sud, attesi forti temporali e possibili, ingenti nubifragi

Stiamo seguendo l’evolersi di quel vasto sistema perturbato presente tra la Spagna orientale e il nord Africa, perché nel corso della seconda parte della giornata 0dierna, martedì 22 marzo, raggiungerà parte della nostra Penisola e scatenerà forti piogge e temporali su parte del Centro Sud. Ma andiamo per gradi; il vortice ciclonico si sta formando proprio in queste ore e lentamente tenderà a spostarsi verso levante già a partire dal pomeriggio. Nel suo cammino verso est subirà una progressiva intensificazione, tant’è che in serata posizionerà il proprio minimo ciclonico da 990 hPa tra la Sardegna e la Sicilia. Complessivamente, comunque, la giornata odierna non sarà poi così male sul nostro Paese; un pò di nuvole e qualche debole pioggia interesseranno le regioni adriatiche, al pomeriggio qualche temporale si affaccerà sulla Sardegna, ma per il resto le schiarite riusciranno ancora a ritagliarsi spazi anche piuttosto importanti.

maltempo

Maltempo Italia, rischio forti temporali e nubifragi fonte Wetterzentrale.de

Tutto cambierà, però, tra la sera e la notte, quando il vortice ciclonico raggiungerà il Sud Italia, scatenando forti temporali sulle Isole, sul medio versante Adriatico e su parte del Centro Sud, con locali possibili nubifragi soprattutto tra Marche, Abruzzo, Molise e Sardegna. Qui il rischio piogge intense è molto alto, soffieranno anche tesi venti, pertanto la situazione tenderà a peggiorare in maniera assai brusca. Domani, mercoledì 23 marzo, ancora piogge intense e persistenti sull’Italia centro-meridionale e lungo la fascia adriatica, con i fenomeni che parzialmente coinvolgeranno anche il settore tirrenico centrale. L’ondata di maltempo risparmierà, invece, l’estremo Settentrione, fatta eccezione per qualche possibile acquazzone sparso sulla Romagna.

Lascia un commento


*

\ \ \ "; jQuery(document).ready(function($) { $('head').append(si_captcha_styles); }); //]]>