Terremoto Nepal: terribile video di una frana in diretta

Terremoto Nepal: tremendo video di una frana in diretta che investe un intero villaggio

Continuano ad arrivare dei video a dir poco tremendi sulla nuova recente forte scossa di magnitudo 7.4 della scala Richter nel Nepal, responsabile della morte di almeno 200 persone e del ferimento di 1000. A causa di questo e dei vari sismiche da due settimane e mezzo stanno mettendo in ginocchio questo paese himalayano, sono state contate più di 3000 frane. Oltre alla capitale del Nepal,  Kathmandu, la zona più colpita dal terremoto del 12 Maggio è quella di Sindhulpalcjok, area densa di piccoli villaggi arroccati su colline e fianchi delle montagne. Si tratta di un’area molto vasta, abitata da oltre 300.000 persone, quasi tutte in centri abitati gravemente danneggiati da questo terremoto, dal precedente di magnitudo 7.9 della scala Richter e dalle centinaia di scosse di assestamento dei relativi sismi. 

Terremoto Nepal: tremendo video di una frana in diretta che investe un intero villaggio - frame Youtube

Terremoto Nepal: tremendo video di una frana in diretta che investe un intero villaggio – frame Youtube

Il video che vi alleghiamo questa sera è stato girato in occasione del primo terremoto, quello del 25 Aprile, valutato da USGS con una magnitudo di 7.9 della scala Richter, responsabile della morte di almeno 9.000 persone e del ferimento di altre 20.000. Il filmato è a dir poco drammatico, perchè si vede il fianco di una collina che si sbriciola in pochi secondi a causa della forte e duratura scossa di terremoto che, a detta di abitanti ed esperti, avrebbe letteralmente ridisegnato la geografia del luogo. Delle oltre 3.000 frane segnalate e catalogate, molte di queste hanno causato vittime o danni a piccoli e medi centri abitati, cosicché gli abitanti di molti di questi villaggi hanno deciso di abbandonare le proprie abitazioni. Il video è veramente tremendo, perchè un intero fianco della collina scivola nel fondovalle, dove pochi secondi prima c’era un villaggio. Molte persone sono morte anche nei giorni successivi al primo forte terremoto, in quanto si stavano eseguendo delle stime e delle prime veloci riparazioni di case, fabbriche e caseggiati agricoli.

Lascia un commento


*

\ \ \ "; jQuery(document).ready(function($) { $('head').append(si_captcha_styles); }); //]]>